Paolo Subioli

Digital Knowledge

Posts Tagged ‘wordpress

Arriva il modello unico per i siti web delle PA, i vantaggi sono enormi

leave a comment »

sites.usa.govAdottare un modello unico per tutti i siti web delle PA è un obiettivo di cui si parla da tanto tempo e ora negli USA l’amministrazione Obama ci prova. Il servizio Sites.USA.Gov si propone di aiutare le amministrazioni a concentrarsi sulla produzione di contenuti di qualità, anziché sulla realizzazione delle piattaforme per distribuirli. Per farlo mette loro a disposizione una piattaforma già testata, in modo che la scelta della tecnologia e dell’interfaccia di comunicazione non sia più a carico del singolo ente.

La piattaforma scelta è per il momento WordPress, già ampiamente usata nel settore pubblico. Essendo open source, ha il vantaggio di essere aperta e consentire, tra le altre cose, di esportare e importare i contenuti da un sito all’altro.

I servizi di Sites.USA.Gov vengono offerti a pagamento a prezzi calmierati a tutte le amministrazioni pubbliche e comprendono il pacchetto completo per realizzare il sito, dall‘hosting all’installazione di WordPress e dei vari add-on. Le singole amministrazioni che si accreditano al sistema possono gestire in autonomia la propria installazione, scegliendo il tema grafico in una gamma ristretta messa a disposizione e selezionando i plugin necessari in una gamma anch’essa delimitata.
Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Written by paolosub

11 giugno 2014 at 13:30

Sito web: WordPress o Joomla? Come decidere su quale tecnologia puntare

with 6 comments

Quando dobbiamo realizzare il sito web per la nostra attività è importante scegliere le tecnologie giuste. A partire dal CMS (content management system), cioè il software per la gestibvcone dei contenuti del sito. Fare la scelta sbagliata potrebbe significare ritrovarsi presto con un sito obsoleto, dal costoso rifacimento. Ma chi ci capisce? Affidarsi a un’azienda che realizza siti il più delle volte significa consentirle di adottare le tecnologie che padroneggiano meglio, non necessariamente quelle che fanno al caso nostro.

Ciò che propongo oggi è dunque un metodo semplice, anche se molto empirico, per capire quali sono le tecnologie più promettenti in un certo ambito. Parto dal presupposto che nel digitale uno dei fattori più importanti per il successo duraturo di una certa soluzione è dato dalla quantità di utenti: più sono, più ampio sarà l'”ecosistema” di servizi di terze parti che sarà in grado di generare e maggiori saranno le probabilità che si affermi come standard, sbaragliando i concorrenti. È quello che è successo con Microsoft Office, per esempio.

Leggi il seguito di questo post »

Written by paolosub

10 maggio 2014 at 11:08

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: