Paolo Subioli

Digital Knowledge

Come creare un modulo online per le prenotazioni a un evento

with one comment

Google Drive FormNell’organizzazione di eventi, specie se a numero chiuso, se bisogna raccogliere le prenotazioni e si ha bisogno di risparmiare sul tempo e sul personale (o non si dispone affatto di personale) , la soluzione viene fornita gratis da Google Drive, una tecnologia sofisticata quanto semplice da usare. Il risultato è professionale, se si utilizza questa soluzione con cura, perciò adatto anche a grandi organizzazioni.

Per utilizzare i servizi di Google Drive è necessario un account Google, quello associato a Gmail. Una volta all’interno di Drive, tra le varie opzioni c’è quella della creazione di moduli (Crea > Modulo). La procedura di creazione del modulo è molto semplice e comprende la gamma tipica delle domande di un questionario, come inserimento testo, domande a risposta multipla, ecc.

Il risultato è un modulo online di aspetto più che professionale, personalizzabile anche graficamente, che gli utenti potranno vedere a un indirizzo web o perfino incluso (“embedded”) all’interno di una pagina del proprio sito aziendale.

Man mano che gli utenti inviano i propri dati, questi ultimi popolano una tabella che in qualsiasi momento è consultabile, in tempo reale, sempre su Google Drive, quindi anche dal proprio dispositivo mobile, tramite la app Drive (o quella Fogli, specializzata in fogli di lavoro, l’equivalente online di Excel).

È anche possibile definire un limite al numero di partecipanti, superato il quale agli utenti viene visualizzato un avviso personalizzato, al posto del modulo. Il suo creatore riceve contestualmente un’email che l’avvisa del limite raggiunto. Questa opzione del limite è possibile grazie a formLimiter, un componente aggiuntivo che fa proprio questo mestiere. I componenti aggiuntivi di google Drive sono in continua crescita e consentono di aggiungere tante utilissime funzionalità a queste applicazioni online che già consentono di sostituire in gran parte il lavoro normalmente da Microsoft Office. Il mio suggerimento è di andarci piano, coi componenti aggiuntivi, perché ciascuno di essi è gestito da un fornitore terzo che, con l’installazione, acquisisce il diritot ad accedere ai dati del proprio account Google, ad esempio tutti i documenti salvati in Drive. Per questo motivo è bene quanto meno disinstallarli dopo l’uso, se non ce n’è un bisogno quotidiano.

Annunci

Written by paolosub

28 novembre 2014 a 15:17

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ho provato a creare un modulo ma ho 2 problemi: lo visualizzo nel Mio sito web però dopo aver impostato l’in io via e mail non arriva alla casella che ho inserito. E poi ho fatto 2 prove e subito dopo Mi ha detto che ho raggiunto il limite massimo di richieste??!!!??? Ma come è possibile? Che limiti hanno i moduli di Google Drive per favore?
    Mi aiutate please?
    Grazieee

    Mi piace

    Max

    3 settembre 2015 at 21:11


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: